Il viaggio di Nissan Leaf e la #NoTraceExpedition

alla panoramica

Oltre 16.000 km percorsi in giro per il mondo, senza emissioni: la nuova Nissan Leaf 2018, grazie al viaggio intercontinentale #NoTraceExpedition, testimonia come la mobilità elettrica sia un settore in costante sviluppo, ma già pronto anche per il presente. 

Non è un caso, d’altronde, se il 2017 ha fatto registrare, a livello mondiale, un +57% nella vendita di auto elettriche rispetto al 2016 (dati E-Mobility Report, Energy & Strategy Group), a conferma di un trend in continua crescita. Su questo argomento, tra l’altro, trovi un nostro approfondimento riguardante la situazione delle colonnine di ricarica in Italia.

In questo articolo, tutti i dettagli della #NoTraceExpedition: un esempio virtuoso di come, già oggi, si possa muoversi e viaggiare senza inquinare. 

Auto elettriche: il viaggio di Nissan Leaf

La spedizione #NoTraceExpedition ha visto come protagonista la Nissan Leaf, auto elettrica che è partita dalla Polonia e ha percorso oltre 16.000 km per arrivare fino in Giappone (paese della casa automobilistica).

Alla guida della vettura, 100% elettrica, l'esploratore polacco Marek Kaminski, che da Zakopane (Polonia) ha poi attraversato Lituania, Bielorussia, Russia, Mongolia, Cina e Corea del Sud, prima dell'arrivo in Giappone.

Un progetto che, oltre a mettere alla prova il veicolo in strade e situazioni diverse, aveva anche come obiettivo quello di sensibilizzare sul tema del viaggio a zero emissioni e sullo sviluppo di quelle tecnologie che mirano ad abbattere i consumi, verso un futuro più sostenibile. 

Tra i dati di maggior rilievo riscontrati al termine della #NoTraceExpedition, durata in totale tre mesi, vanno segnalati:

  • 250 km: autonomia media dell’auto;
  • 493 km: maggior distanza giornaliera coperta;
  • 53: ricariche totali effettuate.

Nissan Leaf 2018: il vero obiettivo della #NoTraceExpedition 

Filo conduttore del viaggio è stato lo slogan “No trace left behind”, a indicare un percorso compiuto interamente “senza lasciare tracce” di emissioni e inquinamento.  È proprio da qui che è stato creato l’hashtag #NoTraceExpedition, grazie al quale è stato possibile seguire sui social tutti gli aggiornamenti e gli spostamenti della Nissan Leaf.

In particolare, oltre ai profili ufficiali della casa automobilistica, lo stesso Marek Kaminski si è occupato di aggiornare in prima persona il proprio account Twitter, per pubblicare foto o notizie sull’andamento della spedizione.

La #NoTraceExpedition, che si è ufficialmente conclusa con l’arrivo in Giappone dell’esploratore, in realtà è proseguita oltre: egli, infatti, ha poi deciso di affrontare allo stesso modo anche il viaggio di ritorno, per rientrare in Polonia sempre alla guida della vettura 100% elettrica. D’altronde, secondo quanto dichiarato da Mark stesso, l'obiettivo della spedizione non era tanto quello di arrivare a una meta, ma piuttosto quello di dimostrare tutte le potenzialità della mobilità elettrica. 

Auto elettrica Nissan Leaf: alcune caratteristiche

La Nissan elettrica guidata da Mark Kaminski è dotata di tecnologie all'avanguardia e di una batteria da 40 kWh, che permette di percorrere, con una singola carica:

  • quasi 400 km nel ciclo urbano;
  • circa 270 km nel ciclo combinato (città e autostrada). 


Tali numeri si rifanno al ciclo di omologazione WLTP (Worldwide harmonized Light vehicles Test Procedures), che presenta nuovi valori di riferimento (basati su test reali di guida, uniformi e ripetibili) per quanto riguarda consumi ed emissioni.

Tra le caratteristiche principali della Nissan Leaf, anche l'impiego di tecnologie avanzate quali: 

  • ProPILOT: sistema di assistenza alla guida, per renderla più sicura e meno impegnativa;
  • ProPilot Park: sistema per il parcheggio automatico;
  • E-Pedal: per accelerare e frenare con un unico pedale;

 

alla panoramica
We use cookies to adapt this website to your needs as well as to improve our services. The further use of the website is understood as consent to our regulations on cookies.

More OK
Torna all'inizio